Lampedusa, nelle ultime ore sbarcati 300 clandestini. Salvini: “Stanno trasformando l’Italia in un campo profughi”




 – Sbarchi su sbarchi. Lampedusa sta vivendo l’ennesima e incontrollata ondata di profughi. Le barche arrivano senza sosta: nella notte, in tre diversi approdi, sono arrivati 53 migranti di nazionalità tunisina. Cinquantatré persone che si sommano agli ottanta dell’altra notte e a quelli delle notti precedenti. E così via. Il risultato? Negli ultimi giorni a Lampedusa sono sbarcati più di trecento immigrati, un numero insostenibile per la struttura di prima accoglienza locale.

Con gli ultimi arrivi, infatti, il numero degli ospiti all’interno dell’hotspot è salito a 301, a fronte di una capienza massima di 95 persone. Insomma, 206 persone “di troppo”. Una situazione di vera e propria emergenza. Motivo per il quale un primo gruppo di 75 migranti è stato imbarcato sul traghetto di linea che arriverà in serata a Porto Empedocle, in provincia di Agrigento. Se non ci saranno nuovi arrivi, quindi, nella struttura di accoglienza dell’isola resteranno in 230, comunque più del doppio della massima capienza consentita, almeno in teoria.

Agli sbarchi in terra sicula, si sommano quelli in Calabria dove 75 extracomunitari – tra cui dodici minorenni non accompagnati da genitori, sono sbarcati all’alba sulla spiaggia di Sellia Marina, nella costa ionica della provincia di Catanzaro, a bordo di un veliero: sono tutti maschi e di nazionalità pachistana.

Numeri insostenibili che nelle ultime ore hanno fatto sbottare l’ex ministro dell’Interno Matteo Salvini, che si è scagliato contro la nuova linea morbida sull’immigrazione: “In sole tre settimane questo governo rosso ha aumentato gli sbarchi del 152% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. A fronte dei 947 sbarchi di prima, ora siamo a 2.400. Coil ministro Lamorgese di cui non si hanno notizie: non parla, non fa, non racconta. Insomma, hanno deciso di trasformare l’Italia in un campo profughi…”.

Leggi la notizia su Il Giornale